domingo, 1 de abril de 2012

La visita


Paola Cescon

1 comentario:

  1. Gracias, María!!! Copio el poema aquí, para que se sepa "quién" es "La visita" Beso grande!!!




    La visita

    "Sei venuta a trovarmi nel sogno
    ma quanto sei partita
    il vuoto che lasciasti, quello era vero."
    Ernesto Cardenal


    So che è lì
    riconosco a memoria quell’odore
    cerco di ignorarla, ma non è sciocca
    -Lasciami entrare.
    - Ti ho già detto di no, già non ti voglio.
    Incalza con la supplica, riprende ad eseguire
    il suo solito pianto do re mi
    dolore
    ritorna
    miseria
    -Che te ne vada, grido,
    sento il rumore nel chiavistello
    e i piedi mi si fanno urgenza:
    forza contro forza
    forza disumana,
    ma lei ci sa fare
    e mi seduce con la promessa
    di un febbrile abbraccio di tango
    allora, arresa
    vinta
    apro
    diletto i suoi occhi così miei
    mi ubriaco fino a implorare
    la fine del tremore
    che mi penetra inarrestabile,
    finirò nascosta
    in una matassa di solitudine
    e pregherò:
    -Non tornare.-
    domani
    la mia testa denuncerà la sua visita
    col nome del vino e la stanchezza.

    Non tornare
    Angoscia
    a chiamare.

    Paola Cescon - Buenos Aires -
    (Trad. di Milton Fernández)

    ResponderEliminar

Nota: solo los miembros de este blog pueden publicar comentarios.